Sonos de Canna

Sarà inaugurata domenica primo settembre, alle ore 19 .30, presso l’Istituto Artistico Musicale “Giuseppe Verdi” di Alghero la Mostra “Sonos de Canna” di Michele Loi, maestro nel dar vita alle canne, ricavandone strumenti musicali della tradizione sarda.
Una vera e propria passione che nutre sin da bambino, poi da lavoratore ed oggi da pensio­nato. A Ula Tirso, un paesino dell’oristanese, dove vive, il suo laboratorio è fucina e mostra:
accanto agli strumenti da lui riprodotti sono esposti altri frutto dell’ingegno creativo dell’ar­tista che si cimenta nella realizzazione di “benas”, sulittos, launeddas, tumbarinos etc. La Mostra apre un percorso di recu­pero dell’arte e delle tradizioni sarde cui seguiranno, da ottobre, una serie di laboratori etno-musicali, rivolti agli studenti della scuola primaria e alla secondaria di primo grado, sull’a­scolto e riproduzione dei suoni e sulla costruzione di strumenti musicali.

L’Istituto musicale Verdi, che vanta oltre settant’anni di attività dalla sua istituzione, ha come scopo statutario la valorizzazione della musica sia classica che della tradizione, incenti­vata, negli ultimi anni, con una parti­colare attenzione alla cultura algherese-catalana e sarda.

All’inaugurazione sarà presente il gruppo musicale “Su cunzertu antigu” voluto e diretto da Myriam Costeri

La Mostra è visitabile sino al 12 settembre dalle 18,00 alle 21,00.

Italian Sax Week

Il Bel Canto

OPERAmaster

OPERAmasterOPERAmaster ha come finalità, lo studio delle arie principali dell’opera e di alcuni pezzi d’insieme in forma scenica.
Si lavorerà intensamente sia a livello tecnico che interpretativo tenendo conto delle attuali tradizioni del teatro italiano. Il master sarà articolato alternando lezioni di tecnica vocale con particolare attenzione ai recitativi, a lezioni sul carattere interpretativo del personaggio, dando risalto alla percezione dello spazio scenico e al rapporto tra i partner.

Concerto in onore di S.Pietro Nolasco

Alghero, 5 maggio 2018 ore 20.00 Chiesa N.S.della Mercede

DUO DI VIOLINI

Anna Dore e Roberta Vilardi
Alghero, 22 aprile 2018 ore 21.00 Chiesa di San Francesco

70°ANNIVERSARIO (1948-2018)

Il 23 settembre 2018 l’istituto musicale compirà 70 anni.
Costituito per volontà di 80 cittadini che vedevano nella musica un’occasione per rispondere alle devastazioni della guerra, e del Consiglio Comunale dell’epoca, ha costantemente operato ponendosi come punto di riferimento culturale per la musica di qualità, per l’attività teatrale e per i corsi rivolti all’infanzia e alle fasce più deboli. Come da Statuto persegue esclusivamente finalità di promozione sociale.

Concorso pianistico

L’Istituto Artistico Musicale Giuseppe Verdi di Alghero bandisce il primo Concorso pianistico “Vittorio Nannarelli”

TRIO AMBASSADOR

ALGHERO – TEATRO CIVICO – 13 FEBBRAIO 2016 ore 20.00

trio ambassadorSan Valentino è il santo protettore di tutti noi!
Vogliamo festeggiarlo assieme?
OK!

Il Trio Ambassador è composto da: Maristella Patuzzi (violino) Barbara Misiewicz (violoncello), Momir Novakovich (fisarmonica).

Trio Ambassador

ALGHERO – TEATRO CIVICO – 23 ottobre 2015 ore 20.30
Il Trio Ambassador è composto da un gruppo di tre giovani musicisti che si sono incontrati durante gli studi presso il Conservatorio della Svizzera Italiana: il fisarmonicista serbo Momir Novakovich, violinista svizzero-italiano Maristella Patuzzi e il violoncellista polacco Barbara Misiewicz.

Saggi degli allievi

ALGHERO – TEATRO CIVICO
26 giugno 2015 ore 18.30

Concerti – Teatro Civico

3 giugno 2015
C. Dolce – C. Fiscaletti

4 giugno 2015
F Apeddu – K Nikitina – L Sechi

5 giugno 2015
Filomena Moretti

6 giugno 2015
Ma Fei – Liu Tong – Zhanfeng Qi Wei Jiang – Liu Chenyang(L’Elisir d’Amore) G.Donizetti

Saggi di musica classica e canto 2014

Torre di San Giovanni. Esibizione degli allievi della classe di violino del Maestro Alessio Manca, della classe di pianoforte del M°Laura Lambroni e di canto del M°Anna Fadda”.

A la colgada del sol…

Alle ore 20.00, nell’anfiteatro del Mirador Giuni Russo, davanti ad un numerosissimo pubblico che ha affollato gli spalti, si è tenuto il concerto “A la colgada del sol… cançons en la nostra llengua“ (Al tramonto… canzoni nella nostra lingua), organizzato dall’Istituto Artistico Musicale “Giuseppe Verdi”, con il patrocinio del Comune di Alghero, Assessorato alla cultura. Il Concerto, un omaggio alla lingua e alla cultura algherese, si è aperto con una canzone della tradizione: l’Alguer Mia di Dalerci, cantata dalla docente Anna Fadda accompagnata al piano dal M°Josep Maria Cols. I docenti e gli allievi hanno eseguito un repertorio tratto dalle composizioni di Paolo Dessì che ha musicato le poesie di Antonio Coronzu dedicate a Salvador Espriu, uno dei poeti catalani più importanti. Sono stati interpretati i brani: Cançó de l’alba, Cançó del migdia, Cançó de la tarda, Cançó de la nit, e la Suite algueresa. Gli arrangiamenti sono frutto della collaborazione fra tutti i membri del gruppo, arricchito e valorizzato dal contributo del musicista catalano Josep Maria Cols. Nella seconda parte, un omaggio a Pasqual Gallo con Lo Nassaiolo, e le esecuzioni di Dama d’Aragó, Anninnia, e Santa Ryanair del compositore Claudio Gabriel Sanna, che insieme a Paolo Dessì hanno affiancato gli allievi dell’Istituto.Hanno partecipato gli autori e Joan Adell dell’Espai Llull Representació de la Generalitat de Catalunya.

Il concerto, molto apprezzato per la qualità dell’esecuzioni, ha visto protagonisti i docenti Anna Fadda, canto, Paolo Zuddas, batteria, Emanuele Dau, tromba, Bachisio Ulgheri, chitarra elettrica, Massimo Canu, basso, e gli allievi Giulio Casule, Ilaria Carboni, Lorenzo Cherchi, Martina Copersito, Francesca Corrias, Chiara Dessì, Lodovica Manni, Michela Mura, Gabriele Priami, Alberto Salaris, Paloma Salis, Teresa Sanna, Maria Serra, Enrico Solinas, Giuseppe Trudu, Gabriele Usai, Federica Zugno Brunetti.

Monumenti Aperti 2014 – Alghero

L’Istituto Musicale partecipa, dal 2009, alla manifestazione “Monumenti aperti”, che coinvolge tutta la città Ubicato in Via Simon 3, nell’ex Caserma dei Carabinieri, in un edificio dell’inizio del 1900, addossato alle mura del 1500, dove sono visibili, grazie al recente restauro, il camminamento che collegava la Torre degli Ebrei a quella di San Giovanni e le tre feritoie al primo piano, ospita una delle scuole di musica più antiche della Sardegna. La sede, che si sviluppa su tre livelli, con diverse aule adibite alle lezioni, è interamente decorata dal flower designer algherese Tonino Serra, che ha ideato una installazione che si sviluppa dall’androne su per le scale per dar lustro a questa istituzione, nata nel 1948, grazie alla volontà di 80 Soci fondatori, che vollero rispondere con la musica alle devastazioni della II guerra mondiale.

Il percorso, fra storia e musica, ha un andamento ascensionale molto originale che ripropone, in una sequenza infinita, come un unico oggetto in movimento, l’immagine più nota di Giuseppe Verdi, che guida lo spettatore in un vortice di parole, di riferimenti alle sue opere e a quei momenti che, al di là della musica, hanno e segnato la storia del popolo italiano. Nell’auditorium, un’altra installazione di Tonino Serra dedicata alla giornata nazionale sul risparmio energetico “M’illumino di meno”, durante la quale, da anni, si eseguono i concerti degli allievi, a lume di candela.

65° Anniversario

nannarelliIl giorno 22 dic 2013 l’Istituto Artistico Musicale “Giuseppe Verdi ha festeggiato il 65° anniversario della fondazione con il tradizionale Concerto di Natale, un omaggio dovuto a tutti coloro, insegnanti, allievi e soci, che si sono succeduti negli anni, favorendo la crescita dell’Istituto, fortemente voluto, nel 1948, da ottanta Soci fondatori che vollero rispondere con la musica alle devastazioni della II° guerra mondiale. Nel 1952 divenne Liceo Musicale ed oggi è un’Associazione di promozione sociale iscritta all’Albo regionale. In tanti anni, questa istituzione che vanta essere una delle più antiche scuole di musica della Sardegna, ha formato, decine di migliaia di allievi, molti dei quali affermati concertisti. Nell’occasione dell’anniversario, si vuole dedicare una pubblicazione alla memoria di un grande Maestro: il compositore-musicista Vittorio Nannarelli che insegnò pianoforte nell’Istituto Verdi e che svolse un prezioso lavoro di ricerca e divulgazione dell’opera dei compositori classici e della cultura algherese.

Il ricordo del musicista è legato ad una vastissima produzione, costituita da manoscritti di generi diversi: sonate, ballate, fughe, tanghi, valzer e dagli arrangiamenti delle canzoni più importanti della tradizione algherese.

Nelle sue opere, cultura letteraria e musicale vanno di pari passo, influenzandosi a vicenda: lo dimostrano le opere composte sui testi poetici di un altro grande nome algherese: il poeta Rafael Sari. Nella sua lunga carriera, il M° Nannarelli, diplomato in pianoforte e flauto al Conservatorio, senza dubbio, l’unico vero musicista della città, in grado di scrivere ed arrangiare il testo musicale e le varie parti per l’orchestra, collaborò con registi, artisti e poeti algheresi.

Un sodalizio importante fu quello con il tenore Luciano Musu con cui condivise l’amore per il canto lirico e la rivalutazione della canzone algherese di tradizione e con Gavino Ballero, eclettico artista e regista che seppe inventare, scrivere e rappresentare le più belle commedie algheresi. Negli anni ‘70, il Maestro Nannarelli musicò quasi un centinaio di canzoni d’amore su testo di Romano Papa, eseguite alcune dal tenore Luciano Musu. Protagonisti del Concerto di Natale saranno gli Allievi della musica classica e della musica d’insieme che accompagneranno i bambini del Coro delle voci bianche; la musica moderna, accompagnerà gli studenti di canto e il Coro giovanile femminile dell’Istituto.

Il “Verdi” di Alghero a Busseto (PR)

La Presidente

L’istituto Artistico Musicale “Giuseppe Verdi” di Alghero, “scuola di musica della città” dal 1948, è stato selezionato, insieme ad altre quindici scuole italiane, per un importante progetto musicale del Comune di Busseto, inserito negli eventi del Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi: “Le scuole di musica incontrano Verdi 2013. Meeting nazionale delle scuole di musica”. “A Busseto la notte è giovane”, è questo lo slogan della manifestazione che il 31 agosto vedrà protagonisti, nei luoghi verdiani,  gruppi di giovani musicisti e artisti di talento, che si esibiranno in teatro, nelle vie e nelle piazze della cittadina, trasformandola in un grande palcoscenico, dal quale verrà proposto un programma ricco e caratterizzato da stili e generi musicali diversi.

L’Istituto musicale algherese rappresenterà la Sardegna con tre formazioni ed avrà l’onore di aprire il Meeting nazionale nel Teatro Verdi, con il Falstaff della classe di teatro e arte scenica diretta dal regista Enrico Fauro. Successivamente si esibiranno, con un programma in chiave pop-rock delle più belle canzoni sarde e algheresi, gli allievi della musica moderna, coordinati dal batterista Paolo Zuddas .Chiuderà il Coro Giovanile femminile diretto da Lucia Priami con un repertorio che spazierà tra sacro e profano tratto dalla migliore tradizione algherese-catalana. Complessivamente il gruppo algherese è composto da cinquantasette persone fra allievi, maestri e genitori

“MusicAnchio”

Alghero Teatro Civico
5 dicembre ore 20.30 – Ingresso libero

Il Milano Saxophone Quartet nasce nel 2010 dall’incontro di quattro giovani studenti presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, provenienti da Sardegna, Veneto, Lombardia e Trentino.Nonostante la sua breve attività, il MSQ conta già numerosi concerti e partecipazioni “eccellenti” in festival nazionali e internazionali oltre che un crescente repertorio originale di nuova composizione ad esso dedicato.Le attività del quartetto sono molteplici: attività concertistica, di ricerca in collaborazione con compositori e interpreti, didattica (in forma di masterclass e lezioni concerto) e discografica.